Piccole note su Violenza e Civiltà. In cammino.

on .

Proviamo a fissare qualche concetto:

- non è l'Islam il problema. Ma il fanatismo. Di qualunque matrice. Parli di Islam solo chi lo conosce davvero. L'Islam è stato maggioranza e lo è in molti Paesi senza che questo sia stato sinonimo di violenza, censura, fanatismo. Nella storia europea l'Islam ottomano è stato accoglienza della differenza è della multireligiosità quando nei regni cristiani dominava il fanatismo. La maggior parte dei musulmani sono persone tolleranti e pluraliste.

Le risorse per costruire futuro

on .

La Legge di Stabilità determina le risorse di cui disporre per il futuro.



Le priorità sono lavoro e scuola: credito d'imposta per la ricerca, sgravi fiscali, riduzioni significative del costo del lavoro (che rendono più vantaggiosi i contratti a tempo indeterminato rispetto agli altri, incentivano le nuove assunzioni per il 2015 e prevedono sgravi anche per il lavoro non dipendente).
  
Destina oltre due miliardi di euro, aumentati con lavoro della Camera, sugli ammortizzatori sociali e le politiche attive sul lavoro, quasi quattro volte in più del passato. Queste ultime due misure danno una corretta chiave di lettura della delega sul lavoro.
 
Ci sono poi, e sono significativi, miliardo di euro in più per la scuola nel 2015 e 3 in più nel 2016 che danno copertura economica al progetto "La buona scuola". La scuola è la grande scommessa per il nostro futuro perché dalla qualità culturale edalle competenze dei nostri bambini che sono gli italiani di domani dipende che cosa saremo noi come comunità e dipende anche la nostra capacità di fare impresa, di dare lavoro, di fare qualità nella sfida globale. 
 
Con le maggiori entrate derivanti dalla tassazione sulle rendite finanziarie, sul gioco d'azzardo e dai tagli alle pensioni d'oro, verranno sostenute nuove misure per la lotta all'evasione e per la prevenzione e cura delle ludopatie. Si tratta di temi di cui si parla spesso, raccontando inesattezze e dando informazioni superficiali. Questi sono invece provvedimenti concreti e misurabili.
 

La legge di stabilitàprevede complessivamente interventi per 36 miliardi di eurodestinandone18 per la riduzione della pressione fiscale, cuise ne aggiungeranno altri 18 nei prossimi 2 anni. Questaèdavvero unascelta fondamentale per ripartireVengono approvati anche interventi sul funzionamento dello Stato, della giustizia civile, sulla riforma della burocrazia.

 

Ci sono quasi 11 miliardi in più nella disponibilità degli italiani, a partire da chi ha di meno, stabilizzando tra l'altro il bonus fiscale di 80 euro (cosa di cui molti dubitavano) e c'è una forte spinta verso nuove assunzioni sempre più di natura stabile. Questo il difficile lavoro che si è fatto e si sta facendo.

 

La prima bozza di legge era più espansiva, metteva cioè più risorse pubbliche in questa fase difficile dell'economia. Su questo pesano ancora i vincoli europei. Vincoli non illogici perché nascono per contenere la spesa e il debito e dipendono anche dagli sprechi del passato, ma che vanno rivisti alla luce del contesto di crisi che stiamo purtroppo vivendo da alcuni anni. Su questo è in corso un'azione importante per cambiare le logiche degli interventi europei.

 

Un Paese riparte non solo dalle norme scritte nella legge di stabilità, ma le norme della legge economica fondamentale devono creare le condizioni e sostenere la ripresa e questo provvedimento lo fa.

Elogio della Politica nel tempo della sua crisi.

on .

La cronaca di questi giorni getta nuove cupe ombre sulla gestione della cosa pubblica. Riguarda la Capitale e anche per questo pesa di più nel nostro sentire, nell'immagine e nella credibilità dell'Italia, oltre che per il numero delle persone coinvolte. E se una prima reazione, netta, di condanna, passa per un intervento sulle norme che siano più stringenti, occorre a mio avviso una riflessione più profonda, per non ripetere gli errori del passato.

Libertà è partecipazione

on .

- Perché secondo me è sempre sbagliato non partecipare al voto -

La cronaca di questi giorni ci consegna un passaggio parlamentare sulla delega sul lavoro che ha assunto un significato simbolico ben oltre la sua reale portata. Ma il tema della non partecipazione al voto non è nuovo, e vorrei provare ad accennare una riflessione pacata - anche se non va di moda - su questo, nel massimo rispetto del travaglio di chi matura le proprie scelte e le proprie azioni e fa i conti con la propria coscienza e la propria storia, di chi davvero si è messo in discussione, ci ha ragionato, non ha fatto una scelta di comodo in un senso o nell'altro e non ha badato solo a piccoli ritorni di visibilità.

Far ripartire il trasporto pubblico: come e perché.

on .

La battaglia, solo apparentemente annosa, per il prolungamento della metropolitana da Cologno Nord a Vimercate perché sia qualche cosa di concreto e non un tormentone o una bandiera issata di volta in volta da qualcuno va chiarita nei suo scopi, nei suoi passaggi e nelle sue finalità.

Sei libri, sei film, sei canzoni, sei scelte per conoscerci meglio.

  • verita-e-metodo
    Verità e metodo
  • il-piccolo-principe
    Il piccolo principe
  • Il-nome-della-rosa
    Il nome della rosa
  • zoom 10564419 gioco specchi
    Il gioco degli specchi
  • Holmes
    Sherlock Holmes
  • imperium
    Imperium
  • attimo-fuggente
    L'attimo fuggente
  • 2001.-Odissea-nello-spazio-br
    2001 odissea nello spazio
  • match-point-336x480
    Match point
  • thedreamers
    The dreamers
  • ilmionomeenessuno
    Il mio nome è nessuno
  • giordanobruno
    Giodano Bruno
  • battiato
    Up patriots to arms
  • vecchioni
    Dentro agli occhi
  • degregori
    Rumore di niente
  • deandre
    Smisurata preghiera
  • morcheeba
    Rome wasn't built in a day
  • police
    Message in a bottle